Pro­muo­vere la Sa­lute e il Be­nes­sere con l’Approccio Cen­trato sulla Persona

08 aprile 2013

Il Corso di formazione

Pro­muo­vere la sa­lute ed il be­nes­sere vuol dire svi­lup­pare e in­di­riz­zare il pro­prio po­ten­ziale alla rea­liz­za­zione di una vita piena di si­gni­fi­cato e vi­brante di crea­ti­vità. Inol­tre mag­giore sa­lute e mag­giore be­nes­sere si tra­du­cono in mag­giore pro­dut­ti­vità e in mag­giore pro­spe­rità dei sin­goli, dei gruppi e delle or­ga­niz­za­zioni la­vo­ra­tive. Al con­tra­rio, non cu­rarsi della sa­lute e del be­nes­sere com­porta prezzi al­tis­simi in tutto il mondo: grandi sof­fe­renze, ma­lat­tie ed ele­vate per­dite eco­no­mi­che che co­sti­tui­scono un co­sto non ne­ces­sa­rio che viene pa­gato da sin­goli in­di­vi­dui, dalle fa­mi­glie, dalle or­ga­niz­za­zioni la­vo­ra­tive, dalle co­mu­nità e dalle nazioni.

Kofi An­nan, Se­gre­ta­rio Ge­ne­rale delle Na­zioni Unite ha di­chia­rato che ogni anno viene bru­ciato circa il 4% del Pro­dotto Mon­diale Lordo a causa delle ir­ri­solte pro­ble­ma­ti­che psi­co­so­ciali re­la­tive a stress, abuso di al­cool, ta­bacco, dro­ghe, immunodeficienza/AIDS e mobbing.

Il mondo scien­ti­fico e le or­ga­niz­za­zioni in­ter­na­zio­nali quali l’Organizzazione Mon­diale della Sa­nità (OMS) e l’Organizzazione In­ter­na­zio­nale del La­voro (OIL) sono con­vinti che per vin­cere que­sta sfida la ge­stione di que­ste pro­ble­ma­ti­che non può es­sere de­le­gata esclu­si­va­mente al mondo della me­di­cina. Non è in­fatti suf­fi­ciente cen­trarsi uni­ca­mente sulla cura e la pre­ven­zione delle malattie.

E’ ne­ces­sa­ria una vera e pro­pria opera di eco­lo­gia umana che dia so­ste­gno e svi­luppo alle ca­pa­cità dei sin­goli cit­ta­dini, delle or­ga­niz­za­zioni la­vo­ra­tive e di ogni set­tore della so­cietà per svi­lup­pare il loro po­ten­ziale di sa­lute e be­nes­sere. Pro­muo­vere sa­lute e be­nes­sere, pro­pri e de­gli al­tri, ri­chiede di im­pa­dro­nirsi di stru­menti ap­po­siti di pro­vata ef­fi­ca­cia: co­no­scenze, ca­pa­cità ed at­ti­tu­dini specifiche.

Il pa­ra­digma bio-psico-sociale ci per­mette di com­pren­dere e me­glio ope­rare in que­sto set­tore e di agire ef­fi­ca­ce­mente nel nuovo campo in­ter­di­sci­pli­nare: quello della pro­mo­zione della sa­lute e del be­nes­sere. La Carta di Ot­tawa, il do­cu­mento con­clu­sivo del primo Con­gresso In­ter­na­zio­nale sulla Pro­mo­zione della Sa­lute, riu­ni­tosi a Ot­tawa il 21 no­vem­bre 1986 e pro­mosso dall’OMS, e a cui l’Italia ha par­te­ci­pato, for­ni­sce, per la Pro­mo­zione della Sa­lute, una de­fi­ni­zione estre­ma­mente chiarificatrice.

Per Pro­mo­zione della Sa­lute si in­tende il pro­cesso che con­sente alla gente di eser­ci­tare un mag­gior con­trollo sulla pro­pria sa­lute e di mi­glio­rarla. Per con­se­guire uno stato di com­pleto be­nes­sere fi­sico, men­tale e so­ciale, l’individuo o il gruppo de­vono es­sere in grado di iden­ti­fi­care e rea­liz­zare le pro­prie aspi­ra­zioni, di sod­di­sfare i pro­pri bi­so­gni, di mo­di­fi­care l’ambiente o di adat­tar­visi. La sa­lute è vi­sta dun­que come ri­sorsa di vita quo­ti­diana, non come obiet­tivo di vita. La sa­lute è un con­cetto po­si­tivo che in­si­ste sulle ri­sorse so­ciali e per­so­nali, ol­tre che sulle ca­pa­cità fi­si­che. Di con­se­guenza la Pro­mo­zione della sa­lute non è re­spon­sa­bi­lità esclu­siva del set­tore sa­ni­ta­rio, ma su­pera la mera pro­po­sta di mo­delli di vita più sani per aspi­rare al benessere.

Obiet­tivi

Prin­ci­pali obiet­tivi che il Corso si propone:

    • co­no­scere il mo­dello bio-psico-sociale della Pro­mo­zione della Sa­lute e ap­pren­derne l’applicazione in con­te­sti pub­blici e privati
    • co­no­scere i tre li­velli d’intervento di pro­mo­zione della sa­lute:
      — co­gni­tivo
      — de­gli stili di vita
      — or­ga­niz­za­tivo (or­ga­niz­za­zione la­vo­ra­tiva e strut­tura sociale)
    • ac­qui­sire una com­pren­sione am­pia dei pro­blemi at­tuali delle so­cietà in­du­stria­liz­zate nell’ambito delle pro­ble­ma­ti­che ine­renti la salute
    • com­pren­dere come sono strut­tu­rate le realtà or­ga­niz­za­tive e gli aspetti re­la­tivi agli stili di vita
    • di­ve­nire co­scienti delle er­rate cre­denze ac­qui­site e dei com­por­ta­menti che dan­neg­giano la sa­lute e il be­nes­sere pro­pri e de­gli altri.
    • com­pren­dere con ac­cu­ra­tezza i fat­tori che de­ter­mi­nano sa­lute e ma­lat­tia e i pro­cessi che pro­muo­vono o in­fi­ciano la salute
    • com­pren­dere e pro­muo­vere la si­ner­gia tra il mo­dello bio-psico-sociale e l’Approccio Cen­trato sulla Persona
    • co­no­scere e sa­per im­pie­gare gli stru­menti di in­ter­vento nei vari con­te­sti e ai vari li­velli (in­di­vi­duo, fa­mi­glia, luo­ghi di la­voro e comunità)
    • rea­liz­zare pro­getti in Pro­mo­zione della Salute.

Me­to­do­lo­gia

Il corso fa­vo­ri­sce l’acquisizione di tali com­pe­tenze me­diante la va­lo­riz­za­zione dell’esperienza per­so­nale e il la­voro di gruppo, pro­po­nendo una forma di ap­pren­di­mento at­tivo che im­pe­gna i par­te­ci­panti nella espe­rienza im­me­diata dei con­cetti e delle abi­lità ap­prese Esso si basa su un ap­proc­cio nuovo dai con­te­nuti sti­mo­lanti, fa­ci­lita la con­di­vi­sione di espe­rienze, la espli­ci­ta­zione e il con­fronto di idee, emo­zioni, dubbi e problemi.

Ma­te­riale di­dat­tico e riferimenti

Il corso Pro­muo­vere la sa­lute e il be­nes­sere con l’Approccio Cen­trato sulla Per­sona è la ver­sione ita­liana di Pro­mo­ting health and well­being with the Per­son Cen­te­red Ap­proach.
Esso si basa sul mo­dello for­ma­tivo ideato da Carl Ro­gers e dif­fuso in tutto il mondo dai suoi col­la­bo­ra­tori. A cura dello IACP è pub­bli­cato in Ita­lia il li­bro di Al­berto Zuc­coni e Patty Ho­well “La Pro­mo­zione della Sa­lute — Un ap­proc­cio glo­bale per il be­nes­sere della per­sona e della so­cietà”, edi­zioni la me­ri­diana.

Ai par­te­ci­panti verrà fo­nito il ma­te­riale di­dat­tico ne­ces­sa­rio allo svol­gi­mento del corso ed una co­pia del libro.

Mo­da­lità di svol­gi­mento e certificazioni

Du­rata - Il corso, nella sua strut­tura di base, si svolge su un arco di 40 ore sud­di­vise in 5 in­con­tri di 8 ore cia­scuno o, in al­ter­na­tiva, nella forma di “stage in­ten­sivo” della du­rata di 5 giorni. So­lu­zioni dif­fe­renti pos­sono es­sere va­lu­tate di volta in volta in fun­zione del con­te­sto e dei bi­so­gni dei par­te­ci­panti.
Nu­mero par­te­ci­panti: 20 persone.

Alla fine del corso ogni par­te­ci­pante ri­ce­verà un cer­ti­fi­cato at­te­stante la fre­quenza al corso.

Il corso è te­nuto esclu­si­va­mente da per­sone for­mate ed au­to­riz­zate dall’Istituto dell’Approccio Cen­trato sulla Per­sona (IACP). In Ita­lia tali per­sone sono cer­ti­fi­cate dallo IACP che ha l’esclusiva del metodo.

Per in­for­ma­zioni

IACP — Isti­tuto dell’Approccio Cen­trato sulla Per­sona
piazza Vit­to­rio Ema­nuele II, 99 — 00185 Roma
tel. 06.77.200.357 — fax 06.77.200.353 — e-mail: Email pro­tetta: abi­li­tare Ja­va­Script